Domini .it di due lettere

le eccezioni che confermano la regola

Semplice, diretto e che viene subito ricordato: i domini di due lettere possono sembrare la soluzione ideale per chi vuole rispettare tutte le regole base per la scelta di un dominio. Due lettere, pochi fronzoli ed ecco il primo mattoncino per raggiungere il successo. Ti piace l’idea? Insomma, se ti stai chiedendo se sia possibile registrare domini .IT di due lettere la risposta è secca: NO. Ma, nel momento in cui scrivo, esiste ed è raggiungibile il sito web dell'unico dominio .IT di due lettere: q8.it.

Domain:             q8.it
Status:             ok
Created:            1996-01-29 00:00:00

Come si spiega questa anomalia? Scopriamolo insieme.

Il caso q8: dai domini di due lettere alla regolamentazione in Italia

Nel lontano 1996, agli albori dell'arrivo di Internet in Italia, Q8 ha chiesto e ottenuto di registrare il dominio q8.it.

All’epoca, la Kuwait Petroleum Italia S.p.A inviò legittimamente la richiesta di registrazione per q8.it. Il dominio fu accettato e, solo successivamente, il Registro Italiano dei nomi a dominio cambiò il regolamento. Oggi, la lunghezza minima per un nome a dominio è di 3 caratteri e la lunghezza massima di 255 caratteri. Nonostante la nuova regola, il diritto acquisito da Kuwait Petroleum è stato mantenuto così come per altri domini di due lettere. Una volta che questi non vengono rinnovati, però, non sono più a disposizione, come verificabile da una interrogazione Whois (interrogazione che consente di conoscere tutte le informazioni pubbliche di un dominio registrato).

Perché non esistono (quasi) più i domini di due lettere?

Il limite stabilito di almeno 3 caratteri a dominio e la scomparsa dei domini di due lettere sono stati dettati da esigenze operative per il funzionamento dei cosiddetti domini geografici. Si tratta di domini che fanno riferimento alle province italiane, ad esempio example.mi.it, dove MI sta per Milano e così via per tutte le province. Sono tipologie di dominio che non hanno avuto particolare successo tra i soggetti privati, un po’ di più tra gli enti pubblici, ma che di fatto hanno cambiato le carte in tavola.

Come potrebbe essere il web con domini formati da numero e lettera, dato che le sigle delle province non contengono numeri? Pensate a tutte le combinazioni possibili: 26 lettere e 10 cifre = 260 possibilità diverse. Per non parlare delle 520 permutazioni corrispondenti ai possibili domini (a1.it a2.it a3.it...), senza tener conto delle lettere accentate (che sono ora supportate nel ccTLD .IT). Si verificherebbe una vera rivoluzione del concetto di dominio. Un’ipotesi che, ad oggi, non ha alcun riscontro reale.

Tuttavia, tale limitazione vale per il .IT. Prendendo in considerazione il .GL, ma anche altre estensioni, registrare domini di due lettere (e persino di una) è possibile.


Pubblicato il 05/04/2021

Registra a solo €1,00 un dominio con bitName!

...

Pubblicare il sito con WWW o senza WWW?

Clienti, web-agency, comunicatori hanno una loro idea in proposito o si chiedono cosa sia meglio fare se pubblicare il sito con o senza WWW davanti.

...

Lo stato del dominio ne impedisce il trasferimento

Cosa significa che lo stato del dominio ne impedisce il trasferimento? Ecco le casistiche più comuni e come intervenire per sbloccare la situazione.

...

Usa il tuo dominio per ricevere le PEC

Come utilizzare le PEC su un dominio certificato.

Vuoi saperne di più su bitName? Contattaci subito!