Parliamo di Redirect per i siti web

Le tecniche per indirizzare i visitatori di un sito verso un altro sito web

Con il Web Redirect è possibile portare automaticamente il visitatore da un sito web ad un altro

Spesso il redirect viene utilizzato quando un sito cambia l'indirizzo (ad esempio da .COM a .IT), oppure è un dominio collegato al sito principale. Spiegheremo: le tecniche per attivare un Redirect.

Se cercate informazioni sull'aggiungere o togliere www. davanti all'indirizzo vi consigliamo il nostro articolo dedicato:

Pubblicare il sito con WWW o senza WWW?

Come e dove si imposta il Redirect?

Il Redirect Web avviene sul protocollo HTTP/HTTPS e può gestirlo sia l'applicativo (Es. un CMS come Wordpress), oppure il web server (generalmente è meglio usare uno o l'altro metodo per non avere conflitti o pericolosi loop).

Se però non avete un sito web e nessuno spazio web, alcuni gestori, come bitName vi offrono comunque la possibilità di Impostare il Redirect in pochi click dal pannello di gestione del dominio.

I due metodi più diffusi sono i Redirect permanenti e temporanei

Redirect permanenti (Codice 301)

Il Redirect Permanente ha codice 301 e si utilizza quando si vogliono far apparire i contenuti del sito ad un altro indirizzo in modo permanente. Ad esempio perché le pagine del sito hanno cambiato indirizzo o perché il dominio di riferimento è cambiato perché è cambiato il brand.

Anche quando si cambiano le URL di singole pagine è molto meglio attivare un redirect invece di restituire ai visitatori un codice 404 (Not Found)

Se il vostro web server è Apache potete attivare il Redirect creando un file nella radice del sito:

.htaccess

E inserire delle righe di questo tipo:

Redirect 301 /vecchia_pagina.html http://www.bitname.it/nuova_pagina.html

Redirect 301 /vecchia_pagina_01.html http://www.bitname.it/nuova_pagina_01.html

Il codice 301 implica che il motore di ricerca aggiornerà il database dei risultati acquisendo il nuovo indirizzo e via via "dimenticando" l'indirizzo originale. E' indicato per Riorganizzazione di un sito Web

Redirect temporanei (Codice 302)

Quando una pagina o un sito non è disponibile per varie ragioni ma solo temporaneamente è opportuno usare il codice 302 al posto del 301 per non avere impatti a livello SEO.

Redirect HTML/JS (Refresh)

Se per qualche ragione non potete usare o non funziona la tecnica con il file .htaccess potete delegare il Redirect al contenuto della pagina principale direttamente con HTML nella sezione HEAD.

<meta http-equiv="refresh" content="0; URL='https://www.bitname.it'" />

Lo stesso risultato si può ottenere anche con Javascript o altri linguaggi come PHP.

Aspetti tecnici e curiosità

HTTP mette a disposizione molti codici per usi specifici, quelli relativi al Redirect sono nella forma 3xx, agli effetti pratici i più usati sono essenzialmente due: 301 e 302 ma in realtà il codice 307 è quello delegato per Temporary Redirect.

Maggio info sul simpatico sito:

https://http.cat/


Pubblicato il 10/02/2024

Registra a solo €2,00 un dominio con bitName!

...

Come verificare proprietà di un nome a dominio

Quando viene registrato un dominio è necessario indicare con precisione i dati anagrafici dell'intestatario (Registrant) sia esso una persona fisica o una società con un eventuale rappresentante legale

...

Quali sono gli status dei domini Internet?

Un approfondimento tecnico sugli status dei domini come clientTransferProhibited

...

E' possibile ricevere mail ordinarie su una PEC?

Vuoi sapere come ricevere mail ordinarie su una PEC? Controlla le regole del tuo gestore. Ti consigliamo come fare, e perché la PEC "blindata" è meglio.

Vuoi saperne di più su bitName? Contattaci subito!